Accedi

Registrati
Italian Italian

GT1: il Fast and Aged fa bottino pieno a Brno

La scorsa settimana è andato di scena il secondo appuntamento del campionato GT1, sul tracciato boemo di Brno, dove abbiamo assistito ad una gara molto divertente e ricca di battaglie.
Da questo secondo round è entrata a far parte del circus del GT1 la compagine GT World Race Carman Simulatori, team di livello che per questa competizione ha deciso di schierare quattro dei suoi migliori piloti, ovvero Scorpati, Monaco, Rojnic e Cornacchia.
Nonostante le grandi doti velocistiche, i piloti sopracitati non sono riusciti, in qualifica, a scalzare i sim driver del Fast&Aged dalle prime 4 posizioni, ricoprendo in toto la terza e quarta fila in griglia. Prestazione maiuscola infatti per Ferrari, Masetti, Tarantino e Petri che dominano le prime due file dello schieramento. Quest’ultimo, tra l’altro, penalizzato come da regolamento con 40kg di zavorra dopo la vittoria nel round precedente sul circuito di Zolder.
I portacolori del MorningStars Akademy, Pasquali e Santoro, anch’essi con zavorra, rispettivamente 20kg e 30kg, non riescono ad andare oltre la nona e 14esima posizione.
A chiudere la top 10 ci ha pensato invece Giuseppe Urso, che tiene alti i colori del Drive-in Autosport in un campionato tutt’altro che facile.

Allo spegnimento dei semafori scatta bene il poleman Ferrari, un po' meno bene invece Petri, il quale viene subito scavalcato da Rojnic, Scorpati e Pasquali, per poi perdere anche la posizione ai danni di Monaco qualche giro dopo, segno che i 40kg di zavorra incidono pesantemente sulle prestazioni di queste vetture.

A centro gruppo cerca di risalire Santoro, mentre il pilota dello Strato Racing, Sorgiacomo, dopo essere scattato dalla 11esima piazza con una vettura palesemente più in difficoltà rispetto agli avversari, nel tentativo di tenere un ritmo troppo elevato, perde definitivamente il controllo della propria auto e sprofonda in 20esima posizione, non riuscendo più a risalire.

Qualche giro prima della sosta si crea un gruppetto formato da Urso, Santoro, Notari e Tartaglia che regala grande spettacolo, con Santoro che tenta ad ogni curva di infilarsi sul Urso ma che, allo stesso tempo, non può distogliere lo sguardo dagli specchietti, dove vede aggressive le sagome delle due vetture del BS Corsa.

Dopo la sosta, il leader del primo round, Petri, è costretto al ritiro a causa di una disconnessione.
Rojnic e Cornacchia tentano una strategia alternativa rispetto a quella dei loro diretti rivali per le posizioni alte della classifica. Alla fine non pagherà e i due dovranno accontentarsi della sesta e 14esima posizione con Rojnic che vede così svanire la ghiotta possibilità di salire sul podio. Cornacchia invece, rientrando alle spalle di Urso, non riesce a scavalcarlo e, all’ultimo giro, tentando il tutto per tutto, va a contatto con il pilota del Drive-in Autosport, avendo la peggio.

Ferrari gestisce, Masetti non lo stuzzica e controlla, Tarantino tiene il suo ritmo fino alla fine.
Il podio di questo secondo round del campionato GT1 si tinge interamente dei colori del Fast&Aged.

Quarta, quinta e sesta posizione monopolizzate dal GT World Race, con Scorpati, Rojnic e Monaco.
Alle loro spalle Pasquali e Santoro riescono a conquistare la settima e ottava posizione con non poche difficioltà.
Completano la top10 Urso e Tartaglia.

In classifica piloti troviamo quindi Samuele Ferrari in testa con 90 punti, seguito da Danilo Santoro con 77 punti, uno in più del compagno di squadra Daniele Pasquali in terza posizione, a quota 76.

La classifica team recita invece Fast&Aged 167 punti, Samsung MorningStars Akademy 146 punti e BS Corsa 90 punti.

Il terzo round si svogerà questo giovedì, 4 ottobre, sullo storico circuito di Spa-Francorchamps.
Diretta a partire dalle ore 21:10 sul canale TwitchTV di esportserieslive, con in cabina di regia il solito Tommaso Le Rose, coadiuvato da Maurizio Turri.


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Utente

MessageBox

Non sei identificato sul sito.